venerdì 4 novembre 2016

Leo Ortolani alla Feltrinelli di Catania

Leo Ortolani è ormai da diversi anni uno tra gli autori di punta del fumetto italiano e il suo Rat-man uno dei personaggi più popolari di sempre tra gli appassionati di fumetti.
Ma che te lo dico a fare?!
Martedì 8 Novembre, presso la Sala Eventi de
la Feltrinelli Libri e Musica di via Etnea 285 a Catania, alle ore 18, Leo Ortolani incontrerà i propri lettori in occasione dell'uscita per Panini Comics dell'edizione integrale di The Walking Rat, la saga di Rat-Man che ha realizzato ispirandosi al celebre fumetto The Walking Dead (da cui è stata anche tratta l'omonima e rinomata serie televisiva).
Ma che te lo dico a fare?! Già, che te lo dico a fare?!
Perché Leo Ortolani sarà affiancato dal sottoscritto!!!

Ebbene sì, sono stato gentilmente e prodigiosamente invitato a partecipare all'incontro nelle vesti di relatore e moderatore.
La qual cosa naturalmente mi onora! Sarà un piacere per me affiancare il creatore di Rat-man e farò del mio meglio per presentarlo ai lettori catanesi. E voi accorrete numerosi, mi raccomando, non capita certo tutti i giorni di poter incontrare un autore così importante. L'appuntamento è fissato per martedì 8 novembre alle 18 alla Feltrinelli di Catania. Siate puntuali e passate parola!


mercoledì 2 novembre 2016

Teorie e tecniche di INdipendenza al Vicolo Stretto

Teorie e tecniche di INdipendenza è l'antologia di narrativa breve che è stata pubblicata quest'anno da Verba Volant Edizioni; curata da Gianluigi Bodi, fondatore di Senzaudio, alla raccolta, che presenta il meglio che l'editoria indipendente italiana ha saputo proporre negli ultimi anni, ho contribuito pure io, modestamente, con un racconto intitolato Una condizione indipendente.
Negli ultimi mesi il volume, i cui proventi andranno a sostenere i progetti Unicef, è stato al centro di un giro promozionale che ha visto il libro e, di volta in volta, alcune tra le firme coinvolte, incontrare lettori e addetti ai lavori in giro per l'Italia presso le principali fiere di settore e nelle librerie più attente ai nuovi fermenti della narrativa italiana.
La prossima tappa si terrà in Sicilia, giorno 5 Novembre alle ore 20 presso la Libreria Vicolo Stretto, una piccola libreria indipendente che si trova in Via Santa Filomena 38 a Catania, nel cuore della movida catanese.
L'incontro vedrà la partecipazione di Angelo Orlando Meloni, tra gli autori presenti nell'antologia, del sottoscritto e di Fausta Di Falco della Verba Volant, che ormai già da qualche anno con la propria casa editrice si sta facendo conoscere e apprezzare in tutta Italia. Interverrà inoltre Dario Stazzone, dottore di ricerca in Italianistica e cultore di Teoria e Sociologia della Letteratura presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Catania.

martedì 11 ottobre 2016

‪L'uomo di Schrödinger‬ su Il Diario dei Libri

"L’uomo di Schrödinger è un vero e proprio luna park dell’orrore dove le spaventose giostre sono esse stesse l’attrazione e il piacere per il lettore. Un libro da leggere tutto d’un fiato in una sera piovosa."

Il resto della recensione si trova su Il Diario dei Libri.

Questa mi era sfuggita! L’uomo di Schrödinger, il romanzo che ho scritto e pubblicato con Verba Volant Edizioni giusto due anni fa, continua a farsi leggere e anche apprezzare.
Per un autore che opera nell'ambito della piccola editoria indipendente, in un settore egemonizzato da pochi grandi soggetti che controllano tutta la filiera del libro - dalla stampa alla distribuzione e dalla vendita alla promozione - fagocitando spazi e ascolto, in un contesto contaminato dall'editoria a pagamento e dagli editori "fai da te", in un mondo dove esistono canali di propaganda mascherati da strumenti di divulgazione e approfondimento di contenuti, riuscire a esistere, farsi leggere e per giunta scoprirsi recensiti a distanza di tempo dalla pubblicazione significa aver fatto un buon lavoro che durerà nel tempo. 
Alla rassegna stampa de ‪L'uomo di Schrödinger‬ perciò si aggiunge la recensione apparsa su Il Diario dei Libri a opera di Giulia Pescuma che ringrazio per l'attenzione rivolta al mio romanzo.
Ho la sensazione che la direzione verso cui sta muovendo la mia scrittura è senz'altro quella giusta. Care lettrici e cari lettori, col nuovo romanzo che sto scrivendo non so dove vi porterò, non so quando arriveremo, ma se continuerete e seguirmi vi accompagnerò attraverso mondi meravigliosi e un sacco strani. Ci sarà da divertirsi.

martedì 4 ottobre 2016

Teorie e tecniche di INdipendenza al Sabir Fest

Teorie e tecniche di INdipendenza, l'antologia di narrativa breve pubblicata quest'anno da Verba Volant Edizioni a cura di Gianluigi Bodi, raccolta a cui ho contribuito anche io con un racconto intitolato Una condizione indipendente, negli scorsi mesi ha intrapreso un giro promozionale.
Il tour in sincerità ha già conosciuto alcune tappe in giro per l'Italia, ma sono impegnato con la scrittura di un nuovo romanzo, non ho molto tempo libero e non ho aggiornato Nerdelite quanto e come avrei voluto e dovuto.
A ogni buon conto, la prossima tappa si terrà a Messina, all'interno del programma del Sabir Fest, una manifestazione culturale che anche attraverso la letteratura si propone come spazio di partecipazione, collaborazione e svago per la città sullo Stretto.
L'incontro si terrà Domenica 9 Ottobre alle ore 19:00, presso la sala SabirLibri nella Galleria Vittorio Emanuele III a Messina, e vedrà la presenza assieme alla casa editrice Verba Volant oltre che del sottoscritto anche di Eva Clesis, un'altra tra le autrici e gli autori di Teorie e tecniche di INdipendenza.
Chi si trovasse in zona è invitato a partecipare, se non altro per conoscere Eva Clesis tra le voci più frizzanti della narrativa italiana contemporanea.

Teorie e tecniche di INdipendenza, a cura di Gianluigi Bodi, Senzaudio-Verba Volant Edizioni

martedì 26 luglio 2016

I racconti della metro

L'antologia I racconti della metro, a cura di Elio Marracci e Giacomo M. Miniussi, è giunta in dirittura d'arrivo per l'uscita in libreria con la Aracne Editrice di Roma.
I racconti della metro è una raccolta di brevi storie metropolitane da poter leggere tra una fermata e l'altra.
I racconti che la compongono narrano l'intrecciarsi delle vite delle persone e dei loro destini come percorsi sotterranei che corrono lungo i binari del tempo superando i confini dello spazio. Altri mondi, esperienze ai confini della realtà, storie impossibili racchiuse in soli seimila battute: giusto il tempo di una fermata.
La copertina del volume è opera dell'illustratrice Daniela Spoto.
All'interno è presente anche un mio racconto intitolato Binario morto. Il mio testo è nato un po' per caso, come sempre. Stavolta mi trovavo in viaggio, non ricordo esattamente verso dove, ed ero su un treno. Osservavo il paesaggio scorrere al di là del finestrino lasciando la fantasia seguire i suoi percorsi finché in mente si è formata un'immagine, quella di un'immensa stazione sotterranea illuminata da una luce accecante. E oltre la luce una minaccia incombente. Binario morto inizia così. Buona lettura!

sabato 30 aprile 2016

Teorie e tecniche di INdipendenza

Al Salone Internazionale del Libro di Torino, il 13 Maggio alle ore 13 - Sala Romania - farà il proprio debutto Teorie e Tecniche di INdipendenza, una raccolta di racconti edita da Verba Volant Edizioni a cura di Gianluigi Bodi di Senzaudio.
I ventiquattro autori coinvolti in questo progetto rappresentano un campione del meglio di quel che la narrativa italiana ha saputo esprimere a bordo della piccola e media editoria indipendente negli ultimi anni. Scritture di qualità molto diverse tra loro ma accomunate da una forte originalità (sarà per questo che mi chiedo continuamente come possa esserci finito dentro anch'io?).
A ogni modo, le autrici e gli autori coinvolti sono:
Alessandro Cinquegrani, Angelo Orlando Meloni, Claudio Marinaccio, Alan Poloni, Gianni Agostinelli, Alessio Viola
Paolo Colagrande, Andrea Malabaila, Paolo Zardi, Gianluigi Bodi, Eva Clesis, Giovanni Marchese, Carlo Sperduti, Massimo Roscia, Francesco Franceschini, Mari Accardi, Alessandro Sesto
Nicola Manuppelli, Lucia Moschella, Ilaria Gaspari, Davide Predosin, Ginevra Lamberti, Ambra Porcedda e Ivano Porpora. L'illustrazione di copertina invece è di Alessandro Di Sorbo.
Come scrivevo, ho contribuito con un racconto intitolato Una condizione indipendente.
Il testo nasce, banalmente, ispirato da una giornata di pioggia; guardavo fuori della finestra, c’era un violento nubifragio, e nella mia fantasia vedevo un individuo solo in una camera d’albergo, preda di una tensione insostenibile: aveva violato le regole, sarebbe riuscito a farla franca ? Ovvero, cosa succede quando cerchi di fottere chi non conosci.
I proventi delle vendite dell'antologia Teorie e tecniche di INdipendenza saranno devoluti all'Unicef. Insomma, non avete scuse, non potete assolutamente perdervela!

Teorie e tecniche di INdipendenza, a cura di Gianluigi Bodi, Senzaudio-Verba Volant Edizioni


martedì 12 aprile 2016

Mailand

Leggere i romanzi di Nicola Pezzoli è sempre uno spasso. La sua scrittura ha l'argento vivo addosso e ti trascina con vivacità attraverso una trama che, come e ancor più delle opere precedenti, prende forma e sostanza dal nucleo tragicomico della sua vita.
Mailand, questo il titolo, si colloca nel solco dei precedenti romanzi usciti per Neo Edizioni - Quattro soli a motore e Chiudi gli occhi e guarda - di cui ho già scritto a suo tempo qui e qui su Nerdelite, di cui riprende e sviluppa le fila. 
Mailand racconta le vicissitudini di Corradino, divenuto ormai Konrad, giovane ventenne appena trasferitosi nel capoluogo lombardo per studiare Scienze Politiche all'Università.
La sua esistenza si divide tra la quotidiana convivenza con altri due giovani coinquilini, le interminabili partite a Risiko, lo studio svogliato e un lavoro carico invece di aspettative presso un'anomala agenzia editoriale di comunicazione, tale Alva Consulting, la cui specialità è la redazione di lettere e biglietti d'addio per suicidi!
A dare fuoco alle polveri di questa santabarbara di situazioni ci si mettono gli alcolici ma sopratutto i sentimenti e le naturali pulsioni sessuali che, uniti alla minaccia di un torbido ricatto, metteranno il protagonista in frangenti e circostanze da cardiopalma.
Il punto di forza tuttavia è lo stile di scrittura, sempre nuovo e carico di inventiva e vigore. Nicola Pezzoli appartiene a quella stirpe di autori che fa del proprio linguaggio uno strumento espressivo malleabile e ricco di invenzioni lessicali, capace di coinvolgere, colpire e stupire il lettore a ogni pagina. Come già detto altrove, stupisce il fatto che la cosiddetta "grande editoria" non si sia ancora accorta di lui. Di questa distrazione però ha approfittato la piccola e indipendente Neo Edizioni che sta valorizzando uno dei migliori talenti della narrativa italiana contemporanea, poiché alla fine, a prescindere dagli argomenti trattati e dalle tematiche affrontate, ciò che conta in un buon romanzo sarà sempre la qualità specifica della scrittura. E in Mailand se ne trova in abbondanza.

Nicola Pezzoli, Mailand, Neo Edizioni